logotype


Il gatto certosino è il "re dei gatti".

Dal carattere dolce, è poco invadente, calmo e molto equilibrato. È dignitoso e desidera essere rispettato.

Origini e leggenda del Certosino

Le sue origini sono tra le più antiche in assoluto: ci sono buoni motivi di credere che sia arrivato dal Medio Oriente, e più precisamente dalle regioni montagnose a Nord della Siria, in seguito ai commerci aperti dalle crociate.

Sarebbero stati addirittura gli stessi cavalieri Templari a portarli in Europa, e una leggenda sulle origini del certosino narra i Crociati che tornavano dalle spedizioni in Terra Santa e venivano ospitati nelle certose, per sdebitarsi una volta regalarono ai monaci una coppia di gatti dall'esotico mantello grigio-blu.

Il certosino aveva la fama d’essere un grande cacciatori di topi.

Probabilmente fu proprio questa la dote che spinse e i monaci ad iniziare l'allevamento del certosino, allo scopo di proteggere sia i granai che le scorte alimentari, come pure per evitare la distruzione di preziosi manoscritti.

Pare anche che i Crociati si inchinassero al cospetto del Re: il certosino e anche ciò fa parte del mito, della leggenda.

Nel Medioevo si hanno notizie di gatti completamente grigi chiamati gatti di Malta o gatti di Cipro.

Provenienza del Certosino

L'origine del nome dato al gatto certosino la si imputa al fatto che egli provenga da una zona fredda e questo ce lo dimostra il loro pelo fitto e lanoso, che secondo alcuni (quelli che non credono alla storia dei Monaci!): si conosce infatti un tipo di lana spagnola particolarmente pregiata, che nella Francia del XVI secolo veniva chiamata Pile de Chartreux.

Ed è proprio in Francia che ritroviamo un gran numero di testi e documenti che parlano del gatto certosino a partire dal 1558 con il poema di Du Bellay intitolato "Versi francesi sulla morte di un piccolo gatto".

Allevamento del gatto Certosino

L'allevamento del gatto Certosino ha origini negli anni ‘30, quando due signore francesi, le sorelle Léger, iniziarono l'allevamento di gatti blu che comparivano numerosi in un'isola dell'Atlantico e solo pochi anni dopo, la loro gatta, Mignonne, fu dichiarata all'esposizione di Parigi "il più bel gatto Certosino del mondo".

Nello stesso periodo si stava sviluppando un allevamento di gatti blu nella zona del massiccio centrale francese; gatti decisamente più grossi e robusti.

Dopo la seconda guerra mondiale, però, si è rischiato di perdere questa razza: mancavano i soggetti per continuare ad allevare, e sono stati, a quel punto, operati incroci con altre razze.

Soprattutto con il british bu, il gatto considerato il più simile al gatto certosino, anche se tra i due c’è una differenza fondamentale: il british blu deriva da incrocio tra gatti a pelo corto e persiani, mentre il gatto certosino è una razza assolutamente naturale.

 


Copyright © 2018  Allevamento Kiss Grey - Via Alfonso Lamarmora 20/D, 10090 FOGLIZZO   
Design by globbers joomla templates

Realizzato e gestito da CYBERSPAZIO SERVIZI WEB HOSTING

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie.